Radici: storia approfondita del metodo Reiki

Radici: storia approfondita del metodo Reiki   “Radici: storia approfondita del metodo Reiki” è il frutto di un intenso lavoro di ricerca, un lavoro proseguito per diverse settimane al fine di raggiungere il duplice scopo di: – 1) far ordine sulla storia del Reiki (ripulendola dai tanti elementi inaccurati e dandole, al contempo, maggior coesione); – 2) approfondire tutti quei passaggi spesso tramessi in maniera eccessivamente sintetica, sbrigativa, che meriterebbero invece maggiori attenzioni. Il risultato finale (leggibile nelle circa 40 pagg. del libro) ti offre una visione chiara, dettagliata e coesa sulle origini del Reiki, ripulita dalle imprecisioni ed inesattezze …

È davvero la felicità ciò che cerchi?

È davvero la felicità ciò che cerchi?   È davvero la ricerca della felicità a muovere l’animo umano, o c’è forse dell’altro? A partire dai 20 anni ha iniziato a germogliare in me il pensiero che l’umano non si muova tanto verso la ricerca della felicità (che, per quanto piacevole, sappiamo anche essere effimera) quanto piuttosto verso una sensazione di quiete e benessere interiore più profonda e duratura. Le esperienze delle vita (e le persone con cui ho condiviso il viaggio da quei vent’anni in poi) hanno fatto sì che il germoglio di questo pensiero mettesse radici e maturasse: forse …

Luce per attraversare la Notte: tolleranza nell’odierna società

Luce per attraversare la Notte: tolleranza nell’odierna società   Come è tradizione fare con le zucche a fine ottobre, così anche il concetto di tolleranza è stato svuotato del suo nutriente contenuto per esser ridotto a mera decorazione: una decorazione trasformata e manipolata per esser, proprio come la zucca del 31 ottobre, vuota e spaventosa. Nello scriverti riparto da quel contenuto, dall’importante valore che la tolleranza porta con sè quando è sana attitudine a riconoscere come naturali le differenze nelle opinioni e comportamenti: quando è il trampolino dal quale partire per andare incontro all’altro, con apertura (mentale, del cuore) sufficiente …

“Come va, tutto bene?”

Riflessione settimanale #10: “Come va, tutto bene?” Ciao, nel video di questa settimana ti accompagno a riflettere su come, cambiando il modo di comunicare ed avendo il cuore ❤️ / coraggio di uscire da schemi controproducenti, si possa smorzare la solitudine: si possa smorzare la solitudine per sentirsi così parte di una nuova e più autentica umanità. ☀️ Buona visione, e grazie per esser stato/a con me!

Sulle coordinate di umanità e spiritualità

Sulle coordinate di umanità e spiritualità “La spiritualità riguarda ciò che riteniamo vada al di là di noi stessi: fa riferimento ad obiettivi più ampi di quelli che riguardano i nostri interessi e ci porta a lasciare qualcosa nel mondo.” (Sue Knight). “Mantieni fiducia nell’umanità.” (M. Gandhi). Oggi ho scelto di recarmi in studio a piedi: ho ripercorso le strade della cittadina in cui sono nato, la cittadina a cui in età adulta ho fatto ritorno. Nella passeggiata mi sono rivisto giovane adolescente, in un’altra stagione della Vita: in un’altra stagione, rispetto alle accese foglie dell’autunno che hanno accompagnato il …

Riscoprire Umanità

Riscoprire Umanità Un amico ha chiesto di recente cosa mi portasse a registrare un video a settimana: era reale e garbato il suo interesse nel voler sapere se lo scopo fosse meramente pubblicitario o se, invece, l’obiettivo fosse altro. Con naturalezza ho risposto che l’aspetto pubblicitario potrebbe divenire in seguito un utile effetto secondario: un effetto secondario che, da solo, non sarebbe però sufficiente a fornirmi la motivazione per mantenere un impegno così regolare, cadenzato, come quello dei video. C’è dell’altro, quindi: è il voler creare un’opportunità ulteriore di riflessione intrapersonale dalla quale tu possa poi, in seconda battuta, rimettere …

Il giudizio sospeso

Il giudizio sospeso Pochi secondi, secondo altre fonti addirittura frazioni di secondo: è in ogni caso molto breve il tempo che inconsapevolmente impieghiamo per formulare in noi un’idea su una persona appena incontrata, un iniziale giudizio che difficilmente verrà poi modificato (poiché negli istanti successivi tendiamo a focalizzarci sugli input che rafforzano il nostro primo giudizio, ignorando invece quelli che potrebbero metterlo in dubbio, sciogliendolo). Una tale rapidità nel formulare un giudizio può esser legata al nostro istinto di sopravvivenza: più velocemente analizziamo chi ci sta di fronte, più efficacemente evitiamo situazioni pericolose poiché in fretta identifichiamo l’altro come partner …

Le chiuse artificiali

Le chiuse artificiali Nell’ultima decina d’anni, prestando ascolto a famiglie in situazioni disagevoli, mi sono accorto di quanto la forma più diffusa di malessere sia spesso legata all’impossibilità di percepire Amore o Affetto, al non sentirsi Amati: eppure, mi dicevo, l’Universo è pieno di Amore come una spugna gettata nel mare è imbevuta di acqua. L’Universo è pieno di Amore, questo è quanto ho sperimentato nelle meditazioni più profonde, nelle veglie di preghiera silenziosa (grazie, Taizé), durante indimenticabili sessioni di Reiki o ancora ricercando un contatto autentico con la Natura: così è accaduto a me e così è accaduto anche …

Un insegnamento tra Gestalt e Buddismo

Un insegnamento tra Gestalt e Buddismo Un aspetto della scuola della Gestalt ad avermi sempre affascinato è la teoria della Figura-Sfondo. Questa teoria osserva le esperienze percettive che, con i differenti sensi, vivi nelle tue giornate: da ciascuna di queste esperienze emerge una immagine globale in cui trovi una Figura per te particolarmente rilevante mentre tutto il resto viene identificato come Sfondo. Nelle tue esperienze percettive avrà quindi maggior risalto una Figura specifica mentre tutto il resto resterà sullo Sfondo: questo poiché la Figura ha più energia dello Sfondo, è in primo piano, rappresenta ciò che in una scena ti …